Riabilitazione Pavimento Pelvico

Finalità e obiettivi

Il pavimento pelvico è l’insieme dei muscoli che anatomicamente chiude la parte inferiore del bacino, sostenendo gli organi pelvici (vescica, utero e retto) e favorendone la funzione. Spesso capita che questa muscolatura non lavori come dovrebbe in seguito a patologie, chirurgia prostatica, gravidanze, menopausa o stile di vita, causando sintomi come:

  • Incontinenza urinaria e fecale
  • Ritenzione urinaria
  • Stipsi/emorroidi
  • Dolore pelvico
  • Disfunzioni sessuali (dolore alla penetrazione, disfunzione erettile, ecc)

La riabilitazione del pavimento pelvico, attraverso trattamenti mirati, si occupa di ripristinare la funzione di questi muscoli così importanti, migliorando i tuoi sintomi e la tua qualità di vita. La letteratura scientifica internazionale supporta l’utilizzo di questo tipo di riabilitazione come primo intervento in diverse problematiche, come ad esempio l’incontinenza urinaria, con un alto livello di evidenza.

Di fondamentale importanza è la presa in carico multidisciplinare, dove la fisioterapia sia parte di un percorso diagnostico-riabilitativo che coinvolga medici specialisti (urologi, ginecologi, fisiatri, proctologi, ecc), fisioterapisti, psicologi, sessuologi.

Metodologia

In cosa consiste la riabilitazione del pavimento pelvico?  La prima visita fisioterapica indaga l’anamnesi, i sintomi e la funzionalità dei muscoli del pavimento pelvico, oltre a valutare postura e respirazione. Alla valutazione funzionale iniziale segue un percorso riabilitativo di alcune sedute, che preveda esercizi specifici, modifiche comportamentali, terapia manuale o l’utilizzo di terapie fisiche (come elettrostimolazione o biofeedback) in base alle tue esigenze.”

Il nostro fisioterapista